Muoversi in casa con il montascale: quale scegliere sul mercato

muoversi casa montascale

Scale dritte o curve, ambienti interni o esterni: la decisione su quale montascale scegliere sul mercato è del tutto soggettiva. La scelta è subordinata in primis a due fattori: le specifiche necessità dell’utilizzatore e la conformazione dell’abitazione. Esistono diverse varietà di montascale per anziani e per disabili in commercio: per una scelta consapevole è indispensabile affidarsi ad aziende qualificate, che sappiano consigliare al meglio il cliente e che non lo lascino mai solo prima, durante e dopo l’acquisto. È preferibile dunque ascoltare il parere di un installatore professionale, che sappia valutare le esigenze specifiche e dare consigli sul modello più adatto, anche in base al budget a disposizione del consumatore.

Quale montascale scegliere: gli aspetti da considerare

Andiamo ad elencare alcuni punti di vista da considerare nella scelta di un montascale. Prima di tutto è necessario verificare la tipologia della scala: la prima differenziazione è tra rampa dritta o curva. La scala potrà anche essere a chiocciola o con un pianerottolo intermedio: tutti aspetti che andranno inevitabilmente ad influire nella scelta del montascale. Anche la capacità non va tralasciata. La maggior parte di questi dispositivi, infatti, può supportare individui seduti con a bordo anche dei pesi.

In questo modo, il montascale può diventare valido anche per trasportare pacchi voluminosi o pesanti sacchetti della spesa. Un altro consiglio è quello di optare per un apparecchio dai comandi intuitivi e semplici da usare: alcuni montascale, inoltre, possono essere controllati tramite pulsanti o telecomandi. Prima dell’acquisto è importante accertarsi che il prodotto sia dotato di ausili di sicurezza come cinture, limitatori di velocità e sistemi di arresto d’emergenza. Senza contare l’alimentazione: alcuni modelli hanno montate al loro interno delle batterie ricaricabili, mentre altri richiedono una costante alimentazione elettrica. I primi funzionano anche in caso di interruzione di corrente.

Altri suggerimenti di natura pratica consistono nel verificare se c’è abbastanza spazio per installare il montascale, senza interruzioni o problemi di natura strutturale. È bene anche assicurarsi di poter ottenere manutenzione e assistenza puntuali in caso di guasti: un servizio che non tutte le aziende mettono a disposizione.

Il montascale: le tipologie in commercio

Ogni tipo di montascale ha i suoi vantaggi peculiari. La scelta, come abbiamo visto, dipenderà dai desideri specifici dell’utente e dalla configurazione della scala. È per questo che, prima dell’acquisto di un montascale, è indispensabile consultare un esperto o un professionista specializzato, in modo da valutare con lui tutte le opzioni disponibili e determinare la migliore alternativa.

I prodotti più comuni di montascale sono quelli rettilinei, adatti a scale dritte e senza ostacoli. Questi modelli funzionano tramite una rotaia rettilinea, che ospita la sedia o la piattaforma sulle quali il passeggero andrà ad accomodarsi.

I montascale per scala dritta sono piuttosto facili da installare e in genere funzionano sia per le scale interne che per quelle esterne. Il montascale curvilineo è invece progettato per varie tipologie di scale curve, come quelle a chiocciola o con curve multiple. Le rotaie hanno inevitabilmente un meccanismo più complesso e vanno personalizzate per adattarsi alla specifica andatura della scala. Alla luce di questa complessità, i montascale curvi richiedono una pianificazione e un’installazione più minuziose.

Chi ha difficoltà a percorrere le scale in piedi ma non è costretto alla sedia a rotelle ha nel montascale a poltroncina un alleato fondamentale. Questi apparecchi sono dotati di una piccola sedia sulla quale l’utente può sistemarsi e farsi “accompagnare” ai piani superiori o inferiori. Il montascale a piattaforma, invece, è provvisto di una base che accomodi l’individuo in sedia a rotelle per affrontare il percorso. L’ideale per una persona con mobilità molto ridotta o che impiega dispositivi di assistenza alla mobilità.

L’ultima distinzione è basata sui montascale progettati per l’uso all’aperto: quelli esterni permettono di superare scale, rampe e gradini e accedere a giardini, balconi e terrazze. Sono realizzati con appositi materiali che resistono alle intemperie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cosa aspetti?