Ipertensione Arteriosa: cos’è e come riconoscerne i sintomi

ipertensione arteriosa sintomi cause

Sul nostro blog ci capita spesso di dare maggior rilevanza a tutti quei temi che intaccano in maniera diretta l’aspetto deambulatorio, sottolineando ad esempio i vantaggi di avere un montascale per anziani per supportare fisicamente e mentalmente i nostri cari. In questo caso invece ci andremo a concentrare sull’ipertensione arteriosa che costituisce un fattore di rischio per le persone in età avanzata e che, tra le varie complicanze, può influenzare anche l’aspetto motorio come avremo modo di riscontrare nel corso di quest’articolo.

Ecco dunque tutto quello che c’è da sapere sull’ipertensione arteriosa: vediamo cos’è e come riconoscerne i sintomi.

Ipertensione arteriosa: cos’è e cause

Potrà sembrare strano ma in realtà durante la nostra vita ci capita molto spesso di riferirci a questa condizione patologica senza però esser precisi nella definizione. Difatti, l’ipertensione arteriosa indica uno stato costante in cui la pressione del sangue nelle arterie risulta superiore ai livelli riconosciuti come standard in ambito medico. Nel gergo comune, si usa spesso il termine pressione alta ma in realtà andrebbe fatta una distinzione netta in base al superamento dei limiti minimi e massimi di pressione arteriosa. In particolare, è corretto parlare di ipertensione nei seguenti casi:

  • La pressione diastolica (pressione arteriosa minima) supera il valore di 90mm/Hg
  • La pressione sistolica (pressione arteriosa massima) supera il valore di 140mm/Hg

In linea generale risulterà quindi abbastanza chiaro che l’ipertensione, a prescindere dal modo in cui la si definisca, indica un’alterazione della pressione arteriosa. Volendo poi essere ancora più specifici, possiamo specificare che con quest’ultimo termine ci si riferisce alla forza con cui il sangue viene pompato attraverso i vasi.

Guardando poi con un occhio particolare al tema degli anziani, occorre sottolineare quanto l’ipertensione riguardi strettamente le persone in età più avanzata per un motivo molto semplice: l’ipertensione arteriosa non ha cause specifiche che spieghino la sua manifestazione, ma si lega indissolubilmente al corretto funzionamento delle parti interessate del nostro organismo come il sistema nervoso autonomo, ad esempio. Naturalmente, esistono una serie di fattori che possono contribuire all’alterazione della pressione sanguigna alcuni di natura ereditaria, altri che hanno invece a che fare principalmente con cattive abitudini alimentari e comportamentali. In questo senso allora occorre ricordare che l’assunzione di cibi troppo salati, così come del caffè, è altamente sconsigliata soprattutto nei soggetti che hanno una predisposizione genetica al problema. Allo stesso modo obesità o comunque sovrappeso, unitamente alla sedentarietà aumentano il rischio di riscontrare l’ipertensione.

Sono questi alcuni dei motivi che legano questo stato patologico agli anziani ma l’aspetto negativo riguarda più gli effetti principali e secondari che l’ipertensione può provocare nei nostri cari. Abbiamo tenuto da parte invece il tema dell’ipertensione secondaria che trova invece le sue cause in problemi di natura patologica ben più seria.

Nel prossimo paragrafo dedicheremo un focus particolare ai sintomi e gli eventuali rimedi, andando a menzionare tutti i principali casi.

Ipertensione arteriosa: sintomi e rimedi

Restando nell’ambito dell’ipertensione arteriosa e volendo entrare nel quadro dei possibili sintomi occorre subito fare una precisazione che potrebbe suonare quasi sconfortante. Nel corso della nostra vita, difatti, è possibile che il corpo si abitui progressivamente all’alterazione della pressione sanguigna andando quindi ad assorbire in maniera naturale tutti gli effetti dovuti all’ipertensione. È questo il motivo per cui non sempre a questo stato patologico si accompagnano veri e propri sintomi, ma come in qualsiasi circostanzi esistono sempre delle eccezioni o comunque una serie di “elementi guida” a cui attenersi. Dunque tra i sintomi principali dell’ipertensione troviamo senza dubbio:

  • Mal di testa o emicrania
  • Affanno
  • Stordimento
  • Perdita di orientamento
  • Acufeni
  • Alterazioni della vista
  • Perdite di sangue dal naso

Insomma, da questo primo prospetto si intuisce quanto l’ipertensione arteriosa possa minare seriamente all’equilibrio del paziente, un aspetto che soprattutto negli anziani ne compromette seriamente la sicurezza aumentando il rischio di infortuni durante gli spostamenti. Questo spunto fornisce un assist per entrare nel tema dei rimedi, a proposito dei quali possiamo subito menzionare il montascale come un ulteriore sostegno e supporto alle persone in età avanzata. Da un punto di vista generale invece due saranno i trattamenti indicati, solitamente, in questi casi: il primo agirà su un percorso farmacologico che mirerà a controllare i livelli di pressione arteriosa; il secondo sarà invece la perfetta risposta a tutti quei punti che abbiamo menzionato a proposito delle cause, vale a dire la ricerca di uno stile di vita sano, a partire da dieta e peso in generale, fino all’assunzione degli alimenti necessari a regolare il nostro organismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cosa aspetti?