5 fattori che limitano l’autonomia degli anziani

autonomia anziani fattori

Tra i temi che amiamo trattare con maggior sensibilità sul nostro blog c’è indubbiamente quello che riguarda l’autonomia degli anziani. Tante volte abbiamo marcato l’importanza di un montascale per anziani come strumento di prevenzione oltre che risolutivo contro i diversi problemi riscontrabili quando inizia la terza età.

Ma quali sono i fattori che limitano l’autonomia degli anziani? È questo un tema sul quale si dibatte poco e che invece va affrontato e ragionato con la giusta cautela perché non è solo l’aspetto fisico ad incidere sul benessere dei nostri cari.

In questa piccola guida andremo dunque ad elencare i 5 fattori più limitanti per l’autonomia degli anziani, cercando di snocciolarli uno ad uno per capire come muoversi al meglio in determinate circostanze.

confinamento

Il confinamento è uno dei punti saliti maggiormente alla ribalta soprattutto nell’ultimo periodo di emergenza sanitaria. Non a caso, l’isolamento domiciliare forzato ha scaturito in larga parte della popolazione, a prescindere dal target di genere ed età, diversi problemi sia dal punto di vista fisico che psicologico. Restringendo il campo sugli anziani, che spesso si ritrovano soli anche in condizioni di apparente normalità, il confinamento è dunque uno degli aspetti peggiori da affrontare durante l’invecchiamento.

Difficoltà motorie

Veniamo poi ad uno degli argomenti più caldi sul nostro blog, nonché uno dei punti cardine della maggior parte dei temi trattati. Le difficoltà motorie rappresentano senza ombra di dubbio uno dei fattori più limitanti per la vita degli anziani: a prescindere dalla tipologia di handicap e disabilità, non avere la possibilità di deambulare in maniera indipendente spesso si rivela uno scoglio insormontabile per tutte le persone in età avanzata. Il nesso con la psiche, infatti, è delicato ma molto marcato in quanto la mancanza di autonomia e di conseguenza la sensazione di essere totalmente dipendenti da altre persone mina seriamente all’emotività degli anziani, aggiungendo un altro ostacolo nel loro percorso di invecchiamento.

Difficoltà nelle funzioni della vita quotidiana (ADL)

Strettamente collegato al punto precedente ma ancor più esteso è il concetto di ADL, dall’inglese Activities Daily Living, termine che sta ad indicare in maniera molto più semplice l’insieme di tutte le funzioni della vita quotidiana. Non solo camminare o deambulare dunque, ma anche alzarsi o stendersi sul letto così come vestirsi e lavarsi. Negli ultimi anni questo argomento è diventato sempre più centrale in ottica autonomia degli anziani e relativa assistenza, al punto che ad oggi esiste una vera e propria scala di valori che va ad indicare il grado di difficoltà nel compiere le azioni di routine. Tale scala di valutazione andrà ad indicare il livello di assistenza necessario per i nostri cari che solitamente si divide in tre step: non necessaria, parzialmente necessaria, completamente necessaria.

Difficoltà della comunicazione

Ci separiamo poi dagli ultimi due fattori per introdurre un quarto elemento limitante nella vita degli anziani: parliamo della difficoltà nel comunicare. Abbiamo già segnalato in apertura quanto l’aspetto fisico sia spesso determinante per l’autosufficienza in fase di invecchiamento, eppure non va minimamente sottovalutato il tema legato alla comunicazione in senso più allargato. In questo senso occhio, dunque, a problemi a vista e udito che, oltre alle evidenti problematiche, comportano anche una grossa limitazione nei rapporti sociali e di conseguenza rappresentano un altro fattore che limita l’autonomia degli anziani.

Strutture

Chiudiamo, infine, l’elenco dei cinque fattori che limitano l’autonomia degli anziani uscendo temporaneamente dalla sfera individuale per entrare in un aspetto molto più sociale e, a tratti, burocratico. Nello specifico, ci riferiamo alle strutture abitative e non solo: negozi, strade, ospedali sono solo alcuni degli elementi che oggigiorno vengono racchiuse nel concetto di “barriere architettoniche”. Con questo termine si suole indicare l’insieme di ostacoli fisici che impediscono la fruibilità di determinati spazi alle persone che soffrono di disabilità o che in generale presentano disturbi in ambito motorio. È questo un tema carissimo a livello sociale dal momento che l’ostacolo in questione non sempre si conferma tale solo per gli anziani che soffrono di disturbi particolari; spesso le strutture fisiche vengono progettate in maniera talmente approssimativa (magari perché risalenti a un periodo storico molto antecedente) che la difficoltà motoria si palesa anche per persone che normalmente non hanno di questi problemi. Scalini troppo alti, salite eccessivamente ripide, un marciapiede troppo stretto sono solo alcuni dei possibili impedimenti che limitano l’autonomia di anziani e non solo.

Per chiudere il nostro punto sull’autonomia degli anziani ci teniamo a ricordare che, ad eccezione di alcuni di questi fattori, la maggior parte delle limitazioni per i nostri cari può essere arginata mediante un’assistenza costante ed una presenza fisica efficace e seria. Il nostro consiglio allora rimane sempre quello di restare vicini alle persone più anziani anche prima che manifestino i piccoli problemi dell’invecchiamento: prevenzione e cura sono la miglior soluzione per il benessere delle persone che amiamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cosa aspetti?