Dolori muscolari negli anziani: cause, diagnosi e rimedi

dolori muscolari anziani

Con l’avvento della terza età inevitabilmente l’organismo umano inizierà ad accusare i primi segnali di deterioramento della propria struttura ossea e muscolare. In quest’ottica, tutto l’apparato muscolo-scheletrico potrebbe indebolirsi minando all’autonomia dei soggetti interessati e talvolta causando disabilità, costringendoli magari a servirsi di strumenti di assistenza motoria come i montascale per anziani.

È dunque questo il periodo della vita in cui con più facilità i nostri cari si esporranno a patologie e problemi di salute ed è di conseguenza uno dei momenti nel quale prestare massima attenzione possibile a sintomi e dolori in generale che si paleseranno di volta in volta.

I dolori muscolari negli anziani rappresentano un concetto molto ampio che racchiude più problematiche di diversa natura: non sempre la manifestazione di una sensazione dolorosa corrisponderà ad un grave problema di salute, ma in buona parte dei casi occorrerà comunque prestare la giusta attenzione per far sì che il corpo dei nostri cari possa riprendere il corretto funzionamento.

Andiamo allora a vederci chiaro per capire quali sono i dolori muscolari negli anziani più diffusi, come individuarli e quali rimedi mettere in pratica.

Dolori muscolari negli anziani: quali sono i più diffusi?

Volendo partire da una concezione più allargata della materia di analisi di questo articolo, possiamo subito riferire che in ambito medico spesso e volentieri ci si concentra sull’intero apparato osteoarticolare per individuare le ragioni dei dolori muscolari negli anziani. Il motivo è semplice e risiede nel concetto stesso di dolore muscolare o muscolo-scheletrico che di per sé esprime una condizione molto generica all’interno della quale vanno riuniti e raccolti tutta una serie di fattori patologico più o meno gravi. Andando poi ad allargare il cerchio, analizzando nel complesso tutta la struttura ossea e quella legata alle articolazioni sarà invece possibile ampliare anche il ventaglio di problematiche di natura salutare che possono compromettere il corretto funzionamento dei muscoli o anche semplicemente causarne il dolore.

In quest’ottica, possiamo senza dubbio affermare che i dolori muscolari negli anziani possono essere il risultato di diverse patologie come dolore cervicale, dorsalgia, artrosi e artrite reumatoide; a tutti questi elementi vanno però sommati gli effetti di altre patologie riscontrabili durante la terza età e che corrispondono, ad esempio, all’osteoporosi e di conseguenza a tutte quella malattie o disturbi di natura degenerativa che intaccano le regioni osteoarticolari e che interessano per lo più anche, ginocchia e la colonna vertebrale.

Dunque, se da un punto di vista puramente muscolare gli anziani – e in generale le persone oltre i 65 anni di età – potranno accusare crampi muscolari o la cosiddetta claudicatio intermittens, va sottolineato quanto l’osteoartrosi sia uno dei problemi reumatici più frequenti e di conseguenza la causa principale di dolori muscolari negli anziani.

A questo concetto si somma poi un’altra patologia che agisce ad ampio raggio ed è una delle cause di dolore più difficili da individuare: ci riferiamo alla polimialgia reumatica, termine che indica tutta una serie di infiammazioni a livello articolare e che di conseguenza mina al corretto funzionamento dei muscoli causando dolore intenso e soprattutto rigidità dei movimenti. Il termine polimialgia, inoltre, da un punto di vista etimologico sottolinea la presenza di più elementi di natura dolorosa e difatti questa patologia può colpire indistintamente collo, schiena, spalle ed anche; va da sé che l’infiammazione importante e dolorosa di questi tratti anatomici comprometterà anche lo stato di salute muscolare, per cui bisognerà prestare molta attenzione in fase diagnostica. Ragionando in questo senso, come riconoscere l’origine dei dolori muscolari negli anziani? Diamo un’occhiata al quadro diagnostico.

Dolore muscolare negli anziani: diagnosi e trattamenti

Individuare la natura del problema in condizioni di forti dolori muscolari negli anziani non è cosa semplice perché, come abbiamo avuto modo di vedere, sono tanti gli elementi che comportano la manifestazione di tali dolori. In ambito medico, in questi casi si procederà attraverso un’anamnesi curata e dettagliata secondo la quale bisognerà stabilire:

  • Tipologia di dolore
  • Sede del dolore
  • Caratteristiche del dolore
  • Cause scatenanti
  • Intensità
  • Emotività del paziente

I fattori di cui sopra risulteranno fondamentale nella diagnosi perché a seconda che il dolore sia cronico o acuto o che si sia manifestato a seguito di un urto o in assenza di condizioni particolari si andrà a restringere il campo di possibilità. L’ultimo punto poi è l’ennesimo elemento determinante nell’analisi medico perché abbiamo già visto in passato parlando di invecchiamento attivo come la sfera psichica possa favorire il manifestarsi di diverse patologie.

Una volta definite le ragioni del malessere dell’anziano il percorso terapeutico varierà a seconda dei casi ma avrà sempre alcuni punti fermi cui attenersi. Nello specifico la riabilitazione dei nostri cari passerà attraverso diverse fasi con lo scopo di: alleviare la sintomatologia, migliorare la qualità della vita, garantire che i benefici del trattamento abbiano lunga durata.

Quali sono allora gli interventi che agiscono in tale direzione? Sicuramente l’utilizzo di alcuni mezzi di assistenza alla mobilità come il montascale per anziani sono una prima risposta, dal momento che agevoleranno non solo l’aspetto fisico ma anche la condizione mentale dell’anziani. In secondo luogo trattamenti fisioterapici così come piccoli esercizi fisici accordati con il proprio medico saranno un buon modo sia per curare che soprattutto per prevenire l’insorgenza di tali dolori muscolari negli anziani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cosa aspetti?