Assistenza anziani a domicilio: cosa è e come funziona

assistenza anziani domicilio

Garantire supporto e cure per i nostri cari non più autosufficienti direttamente nel loro ambiente domestico: ecco come funziona, per grandi linee, l’assistenza a domicilio per gli anziani. Si tratta di un servizio che consente agli ultrasessantenni di rimanere in casa, scongiurando un eventuale trasferimento definitivo in strutture di cura.

Questa alternativa è in grado di appagare le esigenze individuali degli anziani e si concretizza attraverso un’ampia varietà di servizi: dall’assistenza personale alla cura medica, dalla compagnia al supporto nelle più comuni attività quotidiane. Abbinare l’assistenza domiciliare ai supporti più efficaci che la tecnologia offre per la mobilità, come il montascale per anziani, permette senz’altro a chi ha difficoltà motorie di riscoprire una ritrovata autonomia tra le mura domestiche.

Come funziona l’assistenza a domicilio per gli anziani

Prima di stabilire gli specifici piani di assistenza più adatti per il singolo caso, è doveroso effettuare una valutazione delle esigenze dell’anziano in questione. Questa disamina terrà conto di alcune discriminanti, come la salute fisica e mentale dell’individuo, le sue abilità funzionali e le preferenze individuali e della famiglia.

È importante notare, infatti, che l’adattabilità dei servizi di assistenza a domicilio è fortemente subordinata alle esigenze individuali e alla gravità delle condizioni di salute del paziente. Effettuato questo processo preliminare si può procedere con la messa a punto di un piano di assistenza personalizzato, di comune accordo con la Asl territoriale oppure in sinergia con una Residenza sanitaria per anziani (Rsa) di riferimento. Il servizio prescelto può includere assistenza personale, compagnia, somministrazione di farmaci, fisioterapia, assistenza nelle attività domestiche e così via. L’assistenza domiciliare può essere programmata, nel caso in cui ce ne sia bisogno solo per un determinato periodo di tempo, o integrata, qualora siano richieste attività continuative.

Nei casi più gravi, ossia in presenza di persone che necessitano di terapie 24 ore su 24, si può optare per una sorta di “ospedalizzazione domiciliare”, con un’equipe medico-sanitaria sempre a propria disposizione. Definito il piano di assistenza in base alla gravità della situazione si andrà a stabilire la tipologia di risorse necessarie: i caregiver potranno essere individuati in infermieri professionisti, operatori sanitari o assistenti domiciliari. Il piano d’azione viene continuamente monitorato e aggiornato qualora necessario, in modo da mantenere il servizio sempre allineato ai bisogni attuali. Per ottenere accesso all’assistenza a domicilio non si deve far altro che rivolgersi al proprio medico di famiglia, per mettere a punto insieme la strategia da seguire.

I benefici dell’assistenza domiciliare

Come accennato, l’assistenza agli anziani a domicilio si rivela un’opzione vantaggiosa soprattutto per coloro i quali desiderano conservare il più a lungo possibile la propria indipendenza, continuando a vivere in un ambiente familiare, circondati dall’affetto dei propri cari. L’assistenza a domicilio, infatti, permette agli anziani di mantenere un alto livello di autonomia, rimanendo in un ambiente familiare.

Vivere a casa, infatti, consente all’anziano di preservare maggiormente le proprie relazioni sociali, come quelle con amici, parenti e vicini di casa. Un innegabile toccasana per il benessere emotivo e per la fiducia in sé stessi. Rimanere a vivere in un ambiente familiare e confortevole riduce lo stress e migliora il benessere emotivo. Chi riceve assistenza a domicilio, poi, ha maggiori possibilità di scelta in merito alle proprie abitudini quotidiane: dalle attività che si desidera svolgere al modo in cui si preferisce ricevere assistenza. Una simile libertà di scelta non fa che incentivare un senso di controllo sulla propria vita. L’assistenza a domicilio, ancora, rende più semplice ed efficace il coinvolgimento della famiglia nell’assistenza: ciò contribuisce a creare una più ampia rete di supporto. Senza contare che, dal punto di vista economico, questo tipo di assistenza rappresenta spesso e volentieri un’alternativa più conveniente rispetto alla sistemazione in strutture di cura a lungo termine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cosa aspetti?